Scavi Archeologici del vecchio convento di San Legonziano

Scavi Archeologici del vecchio convento di San Legonziano, Lanciano

Scavi Archeologici del vecchio convento di San Legonziano

Scavi Archeologici del vecchio convento di San Legonziano
5
Be the first to upload a photo

5.0
1 review
Excellent
1
Very good
0
Average
0
Poor
0
Terrible
0

Ballerino62
Pescara, Italy986 contributions
La storia sotto i piedi!
Sep 2021 • Couples
Complessi archeologici come a Lanciano non sono ovunque in Abruzzo...e sono tra i più sconosciuti!
Il Miracolo eucaristico scommetto che a molti è noto...ma il soccorso della chiesa di San Francesco a chi è noto? Dal corridoio laterale del chiostro conventuale scendendo dell'ascensore, dopo il percorso del museo del Miracolo dell'ex refettorio, si seguono i cartelli esplicativj e ci si ritrova in quello che nel IX sec era il monastero di San Legonziano dell'ordine monastico basiliano dove avvenne in una stanza il Miracolo. La stanza è da immaginare come la cella della chiesetta poiché molte sono state le superfetazioni architettoniche e il restauro del Giubileo 2000 non è stato eccellente...contribuendo di rendere alcuni ambienti ultrra moderni.
La bellezza di questo antico monastero che sta sotto il nuovo di San Francesco, è che una intera cappella è ricoperta da affreschi del 1500 (datati 15 maggio 1515) che mostrano le scene dell'Apocalisse di San Giovanni Apostolo con didascalie in lingua veneta! E poi una scena del Battesimo di Cristo con personaggi in costume del tempo...e molti turisti ci passano ignorando tutte queste bellezze! Perché ovviamente mancano i cartelli che spieghino a chi è poco sensibile a capire gli episodi trattati. Oltretutto è chiaro che questo ambiente continuò ad essere usato anche se il convento di San Francesco era ormai sopra, e mi hanno spiegato infatti che qui aveva sede la Confraternita della Madonna della Candelora che festeggiava il dì 2 febbraio...poi trasferitasi nella chiesa di San Giovanni a Lanciano vecchio e poi a San Biagio. Anticamente la Confraternita era dei flagellanti e ciò lo si può vedere entrando in un altro ambiente angusto sulla sinistra del corridoio, dove una luce a sensore di accende e mostra I alto un dipinto del Cristo in croce con accanto un fraticello che di flagella.
Curiosi che il dipinto sia così in alto..forse il livello del pavimento era più alto oppure era una nicchia privata cui si accedeva da una scala. Infine di arriva alla sala della cisterna romana sopra cui fu eretto il convento, da dove di scebde al percorso archeologico sotterraneo di piazza Plebiscito, arrivando al corridoio auditorium del Diocleziano, dove continuerò questa recensione.
Visitatelo insomma...e non fermatevi solo alle apparenze passando avanti!
Written 11 September 2021
This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of TripAdvisor LLC.
Anything missing or inaccurate?
Suggest edits to improve what we show.
Improve this listing